Mertens ha lasciato Napoli, che fine farà la sua casa da sogno?

Qualche settimana fa Mertens ha lasciato Napoli, e il Napoli. Che fine farà ora la sua casa con il terrazzo (ed anche il resto) da sogno?

Mertens
Mertens ha lasciato Napoli ma non dimentica la città!

Situata nel celebre Palazzo Donn’Anna, in via Posillipo, la casa è uno straordinario appartamento a picco sul mare, con terrazzo e diverse camere da letto. Una lussuosa soluzione che il calciatore non ha acquistato e per la quale paga mensilmente un affitto – pare – di circa 4.500 euro al mese.

Ebbene, ora che Dries Mertens ha salutato il Napoli e i suoi tifosi, molti pensavano che il giocatore liberasse l’appartamento per un nuovo affittuario…

Un legame duraturo con Napoli

In realtà, le cose sono andate molto diversamente da quanto pensavano molti o, probabilmente, da quanto pensavano coloro che non conoscono bene Mertens.

Palazzo Donn'Anna
Palazzo Donn’Anna è il luogo di domicilio di Dries Mertens

Il giocatore belga ha infatti deciso di mantenere stretto il legame con Napoli e ha scelto di confermare il proprio contratto d’affitto, scegliendo dunque di conservare una soluzione abitativa utile per quando sceglierà di tornare nel capoluogo campano.

Insomma, il celebre palazzo conserva ancora uno dei suoi condomini più illustri, che contribuirà a incrementare ulteriormente la fama di questo edificio monumentale voluto da donna Anna Carafa, consorte del viceré de Guzmàn, nella prima parte del ‘600, e già uno dei più celebri di tutta Napoli.

Non tutti sanno, infatti, che il palazzo ha subito delle vicissitudini davvero interessanti e che numerosissimi sono stati i passaggi di proprietà. Per citare quelli degli ultimi duecento anni, sia sufficiente rammentare il suo utilizzo come fabbrica di cristalli prima, albergo poi e, quindi, sede della Banca d’Italia. Quindi, il palazzo è tornato in mani private e oggi non è più visitabile, essendo interamente utilizzato come abitazioni.

Giusto per non farci mancare nulla, il palazzo è anche scenario di una delle leggende più conosciute di Napoli: pare infatti che qui vi abitasse la regina Giovanna d’Angiò, che aveva l’abitudine di incontrare i suoi numerosi e giovani amanti. Al termine di appassionate notti d’amore, Giovanna li ammazzava all’alba facendoli precipitare dall’edificio.

La legge narra che le anime dei giovani ancora oggi si aggirino nei sotterranei della dimora, emettendo lamenti che sono tutt’ora percepibili…