Carlo Verdone salva la vita dell’amico: la medicina come grande passione

Tutti hanno una passione, e quella di Carlo Verdone riguarda la medicina, disciplina che lo appassiona da quando è bambino, tanto che amici e parenti lo chiamano spesso per avere un consiglio, spesso indispensabile e infallibile.

Il grande attore Carlo Verdone ha raccontato di sè e della sua grande passione in molte interviste, pare che non sia famoso solo per la sua carriera in film/telefilm come In Viaggio con papà, Maledetto il giorno che ti ho incontrato, I Cesaroni ecc. Ma anche per le sue grandi conoscenze in campo medico.

Carlo Verdone

A riguardo, ha parlato di episodi importanti, dove le sue diagnosi sono state una vera salvezza grazie alle sue competenze acquisite nel tempo.

Gli studi sulla medicina e le diagnosi infallibili di Carlo verdone

La voce che più girava sul suo conto, è stata quella secondo cui Carlo Verdone sarebbe ipocondriaco. Probabilmente tutti hanno iniziato a pensarlo dopo aver visto il film di Maledetto il giorno che ti ho incontrato, o per la sua dichiarazione in cui affermava di aver sofferto di attacchi di panico, ma così non è. Più volte ha smentito di soffrire di ipocondria. Già da bambino, racconta di aver avuto una grande passione per la medicina, e afferma “Mi colpiva la capacità diagnostica dei medici che con pochi sguardi al paziente tiravano fuori la diagnosi“.

carlo verdone
Carlo Verdone riceve la laurea doloris causa

Ma allora come mai non seguì un corso di studi di medicina? Semplicemente perchè Verdone è terrorizzato dal sangue e dai cadaveri, tanto da frenarlo dall’intraprendere questo percorso. Così la decisione è stata quella di studiare da autodidatta, per pura passione. Carlo racconta di avere intorno molte persone che gli chiedono consiglio, e ammette di non sbagliare quasi mai diagnosi e/o cura. Nonostante ciò, giustamente, ci tiene a sottolineare che il consiglio più importante è sempre quello di chiedere al proprio medico.

L’attore, ha raccontato anche di alcuni episodi in cui salvò la vita di alcuni suoi amici. In un’intervista riportata da Agi, racconta di quando un amico gli disse che, quando andava in bagno, perdeva sangue da quasi tre mesi, e che il suo medico gli aveva diagnosticato una semplice colite. Carlo Verdone, non era convinto della diagnosi del medico, così, dopo aver chiesto all’amico “Ti fidi di me?” e aver ricevuto una risposta affermativa, si mise dei guanti e lo sottopose a un’ispezione. Non risultò niente dal retto, ma pensò che, senza ombra di dubbio, si poteva trattare della vescica, dicendogli di andare subito da un chirurgo.

I dubbi di Carlo erano fondati, l’amico non aveva una colite, ma ben si un tumore alla vescica, e in 72 ore fu subito operato. Il medico, disse che per un pelo aveva evitato una metastasi, proprio grazie alla diagnosi di Verdone. Questo è solo uno dei tanti episodi in cui, la sua conoscenza e i suoi studi, si rivelarono una vera fortuna.  Il suo grande interesse verso la medicina, l’ha portato ad avere tante soddisfazioni, come la laurea doloris causa dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia Federico II di Napoli.