Un rifiuto che diventa profumatore per ambienti: la soluzione è l’olio esausto!

Buttare via l’olio esausto non è mai una scelta corretta, ma con questo trucco potete anche risparmiare e tenere la vostra casa pulita.

olio esausto
Come utilizzare l’olio esausto nel migliore dei modi

Smaltire l’olio di frittura appena utilizzato è sempre un grosso problema: molti lo versano nel lavandino una volta finito di cucinare, ma è una scelta molto sbagliata. L’olio infatti non è una sostanza biodegradabile e quindi può danneggiare l’ambiente rendendo l’acqua inquinata e il terreno arido. Cosa si fa con l’olio esausto?

In Italia c’è un sistema ben preciso per raccogliere l’olio esausto ed evitare che questo si diffonda nell’ambiente, ma non è presente in tutti i comuni e inoltre non è una soluzione sbrigativa. Questa però non deve essere una scusa per inquinare l’ambiente circostante, ma esistono diversi trucchi per utilizzare l’olio di frittura usato in un modo semplice, ecologico e soprattutto molto economico.

Innanzitutto evitare categoricamente di gettare l’olio di frittura nello scarico del lavandino della cucina: oltre a inquinare l’acqua, esso ostruisce le tubature. Quando si mescola con altre sostanze chimiche come i detergenti, crea uno strato gelatinoso che intrappola residui e batteri. Ciò scatena un cattivo odore e attrae scarafaggi o roditori nelle cucine. Esiste un modo molto carino di riciclarlo che vi permetterà anche di tenere la vostra casa pulita e profumata gratuitamente.

Candele con olio di frittura

L’olio esausto Può anche essere riciclato e utilizzato per altri scopi che gli donano una seconda vita, una di queste è creare delle candele profumate, un’idea ecologica e creativa da poter personalizzare in base ai propri gusti. Bastano davvero pochi spicci e la vostra casa sarà profumatissima e inoltre avrete fatto del bene all’ambiente.

Per creare una candela fatta d’olio esausto vi basta infatti un vasetto o un bicchiere di vetro, uno stoppino (cotone o legno), cera di soia e delle spezie profumate che possono essere chiodi di garofano o cannella in polvere. Prodotti che possiamo trovare tranquillamente già a casa senza andare al supermercato.

Olio
L’olio esausto: una soluzione economica ed ecologica per profumare le case

Se le candele non sono di vostro gradimento o magari vi danno troppo fastidio, con l’olio esausto è possibile creare anche delle saponette molto profumate ed ecologiche. Insomma: soluzioni alternative per salvaguardare l’ambiente e tenere la vostra abitazione profumata usando dei rifiuti organici.