Bambino guida motoscafo mentre il padre fa un Tiktok

Ennesimo caso di bambini alla guida di natanti. Il piccolo guida e il padre riprende tutto e lo condivide su TikTok.

Bambino guida motoscafo
Il bimbo dice ‘non vedo’, ma padre lo incalza, è il terzo caso in Campania.

Incredibile quello che è successo oggi nei mai della Campania, il figlio piccolo è alla guida di un motoscafo presumibilmente nel golfo di Napoli.

Nonostante il bimbo dica più volte “non vedo, non vedo”, il padre gli dice “Vai capitano, sei il più forte! E io sono il tuo marinaio”, incitandolo a proseguire tra le onde, mentre lui riprende tutto con lo smartphone.

Purtroppo, non si tratta di un caso isolato, infatti, è già il terzo episodio di questo tipo verificatosi in Campania da inizio questa estate.

Cosa ancora più imbarazzante è che in tutti e tre i casi i papà hanno girato video finiti puntualmente su Tiktok e per giunta diventati virali.

A denunciare pubblicamente il fatto è stato il consigliere regionale della Campania di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli.

La moda di far guidare i motoscafi ai bambini per poi condividere i video su Tiktok.

Vido viarle, bimbo guida motoscafo
Immagini tratte dal video diventato virale su Tiktok.

Afferma Borrelli “Purtroppo nel corso di questa estate abbiamo ricevuto numerosi video postati sui social di bambini alla guida di potenti motoscafi. A questo campionario di irresponsabilità e assoluta incapacità genitoriale se ne aggiunge un altro, realizzato da un autore con chiaro accento partenopeo, che mi ha colpito particolarmente. Stavolta il giovanissimo pilota guida a tutto gas spingendo un motore di 40 cavalli, ma si lamenta di non riuscire a vedere niente davanti perché arriva a stento a superare il timone. Nonostante questo, il padre lo obbliga a rimanere seduto perché deve finire di realizzare il video con il cellulare. Siamo ormai al delirio totale”.

Gli altri due casi di questo tipo sono avvenuti a Castellammare di Stabia e nelle acque del Golfo di Napoli. Nel primo caso, avvenuto il 30 maggio, il papà dice al bimbo di “andare piano”, ma comunque lascia che il figlio si cimenti nella guida del motoscafo.

Solo pochi giorni dopo, il 3 giugno, c’è stato il secondo caso analogo, con un bimbo immortalato mentre guida un potente motoscafo nelle acque del Golfo di Napoli. Secondo il consigliere regionale Borrelli che ha denunciato anche gli altri due casi, di fronte a questi episodi l’unica cosa da fare è risalire ai protagonisti e segnalare l’accaduto agli assistenti sociali.