Scoperto e sventato un drammatico traffico di esseri umani

Siamo nel 2022 ma, nonostante l’impressione di vivere in un mondo più evoluto, leggiamo con sgomento dell’avvenuta scoperta di un traffico di esseri umani.

traffico esseri umani
E’ stato scoperto e sgominato un terribile traffico di esseri umani

La notizia arriva dalla provincia meridionale vietnamita di An Giang, nel Delta del Mekong, dove è stato identificato un traffico di esseri umani tra Vietnam e Cambogia. Anzi, più di uno: secondo le ricostruzioni effettuate, infatti, sarebbero almeno quattro le ipotesi di traffico di persone che sono state sgominate dalle forze dell’ordine locali.

La scoperta è avvenuta dopo la fuga di un gruppo di quaranta persone lo scorso 18 agosto, in cui ha fatto le spese un giovane ragazzo di 16 anni. Il gruppo era proprio uno di quelli che venivano utilizzati come “merce”, scampato a un drammatico e fatale esito lanciandosi nelle acque del fiume Binh Di a costo della propria vita.

Il salvataggio e la triste verità

Finiti nelle acque del fiume, i partecipanti a questa miracolosa fuga verso la salvezza sono stati salvati da alcuni pescatori locali e dalle guardie di confine, a cui il gruppo ha raccontato una storia c he aveva dell’incredibile.

tratta esseri umani
Il salvataggio e la triste verità

I superstiti hanno infatti dichiarato di essere scampati da un casinò nel comune di Sampeou Poun, nella provincia cambogiana di Kandal, dove erano costretti a lavorare senza limiti di orario e senza ricevere alcuna retribuzione.

Scattate immediatamente, le indagini hanno consentito di identificare due cittadini vietnamiti di 33 e 41 anni, arrestati per aver trasportato illegalmente il gruppo. La coppia ricevevano circa quattro dollari per ogni persona che riusciva ad arrivare a destinazione in Cambogia.

Dunque, un ignobile traffico di esseri umani che è stato finalmente scongiurato, ma con la triste impressione che, in realtà, si tratti solamente di uno dei tanti traffici di persone che stanno avvenendo nella zona nel silenzio generale.