Shock a Roma: sospetto tradimento, picchia la moglie per strada!

Nuovo episodio di ordinaria follia a Roma, dove un uomo ha picchiato la moglie in strada, portando la donna a ricevere le cure dell’ospedale Santo Spirito.

moglie picchiata in strada
Picchia la moglie in strada!

L’episodio è accaduto di prima mattina in via Cornelia, in zona Montespaccato, dove una coppia è stata sorpresa a litigare per strada.

Alle accuse di lei, convinta che il suo uomo la tradisca, la risposta è arrivata nel peggiore dei modi: il marito le ha infatti sferrato un pugno in pieno viso, violentissimo, che ha determinato nella donna delle ferie guaribili in 25 giorni.

A salvare la donna è stato l’intervento di un passante che, resosi conto dell’accaduto, ha immediatamente contattato le forze dell’ordine, ponendo fine alla violenza.

L’episodio da condannare

A macchiarsi dell’episodio di violenza è un uomo di 41 anni, Jorge V.R., che è stato accusato di lesioni personali ed è stato arrestato e… liberato poco dopo. Essendo incensurato, è stato infatti scarcerato in attesa della prossima udienza, prevista per il mese di dicembre.

violenza a Roma
La donna se l’è cavata con una prognosi di 25 giorni

Stando a quanto ricostruiscono gli inquirenti, la coppia era reduce da una serata di Ferragosto trascorsa in compagnia quando, improvvisamente, i toni si sono alzati drasticamente, attirando l’attenzione dei passaggi.

Il litigio, che in un primo momento sembrava poter essere circoscritto nella “normalità” (tanto che alcuni passanti che hanno visto i due hanno deciso di non intervenire) è poi sfociato in un episodio di violenza nel momento in cui lei ha accusato l’uomo di tradirla.

La violenza dell’uomo è stata tanta che, secondo alcuni presenti, non sarebbe stato possibile dividerli. Solamente le forze dell’ordine, con il loro intervento da parte del commissariato Prati, sono riusciti a evitare il peggio e limitare i danni alla donna, ricoverata poi all’Ospedale Santo Spirito di Roma con una policontusione con trauma cranico facciale nella regione dello zigomo e del naso.

In tutto, una prognosi di 25 giorni e tanta paura per un episodio che sarebbe potuto finire molto peggio…